30 dicembre 2009

Patate sabbiose.... grazie Loredana!

Siamo recentemente andati a cena a casa di amici, e Loredana ci ha preparato questo buonissimo contorno, che io non avevo mai assaggiato: i mostri adesso, quando devo fare le patate, le vogliono solo così! Anche se, la prima volta che le ho preparate, mi hanno detto che ("mamma, non ti offendere!")erano più buone quelle di Loredana: ma a furia di rifarle, stiamo affinando la tecnica! Comunque, a proposito dei mostri, in questi giorni di vacanza stanno dando il meglio di : Emma l'altro giorno mi ha guardato negli occhi con aria di sfida e mi ha detto: "Mamma, attenta... ti tengo l'occhio!". Ma il massimo è stato ieri: siamo andati a fare un giro al Centro Commerciale, e c'era nel reparto pescheria del supermercato la vasca con le aragoste/astici (non sono così fine da capire la differenza, scusate!): Emma si è affezionata, e voleva portarne a casa una da tenere in camera con lei, al che le ho detto di chiedere alla cassiera (visto che a me non credeva) che erano in vendita per essere mangiate. Allora Cecilia: "Emma no, ti prego, mi metti in imbarazzo!" Ma si può? Ma ora passiamo alla ricetta:

INGREDIENTI ( per 4 persone):
1 kg di patate; 50 g di olio; 50 g di burro più una noce; una bella manciata di pangrattato; un rametto di rosmarino; sale; pepe.

Accendere il forno a 180°C; pelare le patate e ridurle a cubetti, non troppo piccoli, altrimenti si rischia che si sfascino durante la cottura. In una pirofila mettere il burro e l'olio, poi le patate (lavate), il sale e il rosmarino. Farle cuocere per 40-45 minuti e, una volta pronte (provare con una forchetta!) far scaldare in una padella antiaderente il burro, e far tostare qualche secondo il pangrattato. Estrarre la patate dal forno, trasferirle sul piatto di portata, eliminare il rosmarino, versarci su il pangrattato, aggiustare di sale e di pepe, e portare in tavola, dopo aver mescolato il tutto con delicatezza.





23 dicembre 2009

Pepparkakor (by Lady Cocca)

Ho preparato questi biscotti da regalare. A dirla tutta, anche la scatola di latta è una mia creazione al decoupage, per Simonetta, che adora la birra! Avevo già una ricetta del pan di zenzero, ma l'impasto risultava troppo morbido, non potevo fare le formine. Quindi ho sperimentato la ricetta di Lady Cocca, e i mostri mi hanno detto che il sapore è proprio quello dei biscotti dell'Ikea! Ne approfitto per fare a tutti gli auguri per un sereno Natale e uno scintillante anno nuovo: domani sarò presa a fare tortellini per 15 persone, credo proprio che il computer non lo accenderò nemmeno!
Ma eccovi la ricetta!



INGREDIENTI:
270 g di farina 00; 90 g di burro; 70 g di miele; 65 g di zucchero di canna; 25 g di zucchero semolato; 3/4 di cucchiaio di cannella in polvere; 3/4 di cucchiaio di zenzero in polvere; una punta di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere; 1 cucchiaino di lievito per dolci; 90 g di acqua.

In un pentolino riscaldare l'acqua con il miele, i due diversi tipi di zucchero e le spezie. Sempre mescolando portare il tutto ad ebollizione; spegnere ed aggiungere il burro tagliato a pezzetti e mescolare finché il burro non si sarà sciolto del tutto.
In una terrina piuttosto capiente setacciate la farina ed il lievito, aggiungete poi a filo il composto di miele ancora caldo ed amalgamate per bene il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
L'impasto che otterrete sarà un po' molliccio, poco corposo, ma una volta coperto con la pellicola e lasciato in frigo per una notte diventerà denso e malleabile.
Tagliate dei pezzi di impasto e stendeteli su un piano infarinato dello spessore che preferite; prendete uno stampino tagliabiscotti della forma che più vi piace e ritagliate i biscottini.
Disponeteli sulla teglia del forno ricoperta con carta da forno e lasciateli cuocere e 170°C per 10 min. Lasciateli freddare e conservateli in una scatola di latta....si manterranno perfetti!!

20 dicembre 2009

Torta glitter

Ho preparato questa torta perchè ieri ci sarebbe stata la festa dell'asilo di Emma, con relativa asta della torte.... peccato che Emma al mattino aveva 39° di febbre, quindi ci siamo giocati la festa! Ho prortato comunque la torta, sperando che qualcuno la comprasse! La foto è terribile, ma la torta è cosparsa di brillantini rosa.... una cosa sobria, insomma! La base è quella della torta cappuccino di Tania, io poi l'ho glassata con il cioccolato, e poi cosparsa con i brillantini! E visto che sono rosa, parteciperò con questa ricetta alla raccolta di Meringhe alla panna.

INGREDIENTI:
4 uova; 150 g di zucchero; 200 g di farina; 1 fialetta di aroma vaniglia; 70 g di burro fuso; 1 pizzico di sale; 2 tazzine di caffè ristretto amaro; 1/2 bustina di lievito in polvere.

Per la glassa: 75 g di zucchero; 125 g di acqua; 100 g di cioccolato fondente a pezzetti.

Accendere il forno a 180°C. Montare bene le uova con lo zucchero, quindi aggiungere la vaniglia, il sale, la farina e il burro. Mettere il caffè e quindi il lievito setacciato, amalgamare bene e versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato (se necessario), e infornare per 35 minuti. Una volta pronta, sfornare e fare raffreddare su una gratella.
Per la glassa: in un pentolino sciogliere lo zucchero nell'acqua, portare a ebollizione e far bollire per 5 minuti, sempre mescolando. Allo sciroppo (raffreddato) unire il cioccolato e mescolare fino ad ottenere un composto liscio. Rimettere sul fuoco, molto basso, finché si sarà addensato; togliere dal fuoco, mescolare ancora tre minuti, poi spalmare in modo uniforme sulla torta; a questo punto cospargere la superficie glassata con i glitter

.

16 dicembre 2009

BISCOTTI DI VETRO

Ho trovato questa sfiziosissima ricetta sul blog La scimmia cruda, e ho deciso di sperimentarla a tutti i costi! La ricetta della pasta frolla è però la mia, che trovate qui. Prima guardate che amore di biscotti, poi vi do tutte le informazioni!

Una volta preparati i biscotti, ovviamente col buco, li ho fatti cuocere per 6/7 minuti a 180°C, poi ho messo in ciascun buco una caramella (dura, colorata!) e ho messo in forno per altri 5 minuti. Attenzione a toglierli dalla carta da forno quando sono duri, così la caramella si è indurita nuovamente!


12 dicembre 2009

Wurstel nascosti

Uno dei regali di compleanno più apprezzati da Cecilia è stato il libro dell'Ikea "Bambini ai fornelli", e ovviamente abbiamo dovuto sperimentare SUBITO una ricetta! Ecco a voi il risultato!
INGREDIENTI (per 4 persone):
1 confezione di pasta sfoglia; 4 wurstel grandi (io ne ho usati 12 piccoli); 1 uovo sbattuto; 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato; ketchup.

Scalda il forno a 200°C; rivesti la placca del forno con carta da forno. Dividi la pasta foglia in tante strisce, anche di larghezza differente; avvolgi le strisce intorno al wurstel, come una spirale. Fai la stessa cosa con gli altri wurstel. Metti i wurstel sulla placca, spalma la pasta con l'uovo e cospargi con il formaggio. Fai cuocere i wurstel per circa 15 minuti finché sono dorati e cotti. lasciali raffreddare in modo da poterli prendere in mano, avvolti in un tovagliolo. Versa il ketchup in una ciotolina, intingi i wurstel nel ketchup e mordi!

7 dicembre 2009

Torta dei pirati

Ieri abbiamo festeggiato gli 8 anni di Cecilia e, come vi avevo preannunciato qualche post fa, il tema era quello dei pirati. Questa era la torta di compleanno, "pizzicata" sul blog di Silvia, su consiglio di Barbara. Che dire? E' stata un successone! Io l'ho un po' modificata, e ora vi do la ricetta.

INGREDIENTI:
Per il Pan di Spagna: 5 uova; 150 g di farina; 150 g di zucchero; una bustina di vanillina; un pizzico di sale; la scorza di un piccolo limone grattugiata; 2 cucchiai di cacao amaro.

Per la crema: 500 ml di latte; 1 bustina di preparato per budino al cioccolato.

Per l'assemblaggio: 1 vasetto di Nutella; 100 g di cioccolato fondente; qualche cucchiaiata di latte; 1 scatola di Togo.

Prepariamo il Pan di Spagna: In una terrina capiente sgusciamo le uova intere, uniamo la scorza di limone e lo zucchero e con la frusta elettrica montiamo a lungo, fino a che otterrete una crema molto gonfia, spumosa e quasi bianca (ci vogliono almeno 10 minuti! non scoraggiatevi!)
Mettiamo la farina con un pizzico di sale, la vanillina e il cacao in un colino fitto e setacciamola direttamente sulla crema, poi con un cucchiaio di legno solleviamo il composto dal basso verso l'alto, fino a che la farina non sarà tutta incorporata.
Versiamo l'impasto ottenuto in uno stampo a cerniera (24 cm di diametro va bene) imburrato e infarinato. Cuociamo in forno caldo a 180° per circa mezz'ora senza mai aprire il forno. Sformiamo il pan di Spagna e lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente.
Prepariamo il budino al cioccolato e facciamolo raffreddare.
Una volta freddo il pan di Spagna, lo tagliamo in due dischi, li bagnamo con del latte e farciamo con il budino al cioccolato ormai freddo; mettiamo poi la torta in frigo per 1 ora, in modo che il budino si solidifichi. A questo punto, diamo alla torta una forma a barca, la spalmiamo tutta di Nutella per assemblare tutti i pezzi: io ho aggiunto i Togo, sia per fare le balaustre, che i cannoni. Con il cioccolato fondente ho preparato dei cioccolatini a conchiglia, e li ho sparsi sul piatto. Ho stampato delle badiere dei pirati e le ho infilzate su bastoncini da spiedino. Una volta pronta, la barca è stata sul balcone a solidificare, fino al momento del taglio!

5 dicembre 2009

Dark toblerone muffins


Innanzitutto una confessione: sono una offerta-dipendente! Se al supermercato (soprattutto l'Esselunga, il mio adorato Esselunga!!) trovo qualcosa in offerta, non riesco a trattenermi: lo compro! Anche se non mi serve, se non l'ho mai provato prima, o se non so che cosa me ne farò! Anzi, a volte ho la netta sensazione che gli articoli in offerta vengano attratti magneticamente nel mio carrello! E questo è successo qualche giorno fa: Toblerone a 90 centesimi! Come resistere? Presa dalla foga, però, o dall'ebbrezza di nuove esperienze, ho preso anche quello dark. Una delusione! E, per non lasciarlo nella credenza, in attesa che si decidesse da solo a cercare una nuova famiglia, l'ho "ammazzato" in una ricetta inventata di sana pianta! E' stata, devo dire, una morte onorevole: i muffins erano buonissimi! Ecco a voi:

INGREDIENTI:
100 g di Toblerone dark a pezzetti; 190 g di farina; 80 g di zucchero; 1 bustina di lievito in polvere per dolci; 1 presa di sale; 220 g di latte; 115 g di burro sciolto; 1 uovo sbattuto; 1 fialetta di aroma alla vaniglia.

Riscaldare il forno a 200°C; mescolare in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale e il lievito; in un'altra ciotola mescolare il latte, l'uovo, il burro e la vaniglia. Fare un buco al centro degli ingredienti asciutti, aggiungere quelli liquidi e mescolare appena per combinare il tutto; aggiungere il Toblerone. Versare l'impasto in 12 stampini da muffin, imburrati e infarinati (se necessario). Cuocere 20 minuti o finché i muffins non risultino dorati in superficie.

27 novembre 2009

Finocchi al gorgonzola

INGREDIENTI (per 4 persone):
4 finocchi; 30 g di burro; 3 cucchiai di farina, 400 g di latte; sale; noce moscata; 100 g di gorgonzola; pepe nero macinato al momento.

Mondate i finocchi, tagliateli a metà e lavateli bene sotto l'acqua corrente; nel frattempo, portate a ebollizione una pentola d'acqua salata, e tuffatevi i finocchi, cuocendoli per 20 minuti. Preparate la besciamella: mettete il burro in un recipiente, coprite e riscaldate nel microonde a 750 W per 1 minuto. Aggiungete mescolando la farina fino ad amalgamarla con il burro, versate il latte e mescolate di nuovo; cuocete scoperto a 750 W per 4-7 minuti. Aggiungete il sale, la noce moscata e sbattete con lo sbattitore elettrico sino a raggiungere la consistenza desiderata. Appena pronta, unite alla salsa il gorgonzola a pezzetti, e mescolate con un cucchiaio di legno per farlo sciogliere bene. Una volta cotti i finocchi, toglieteli delicatamente dalla pentola, fateli scolare un po', poi trasferiteli su un piatto da portata; versate sopra la besciamella, un po' di pepe nero, e servite.

Ho dovuto rimediare una foto, perché li avevo preparati ieri sera, prima di andare a lavorare: mio marito ha mangiato con i mostri, e me ne ha lasciati due. Io ne ho mangiato uno solo, per fotografare stamattina il superstite, ma appena ho appoggiato il piatto, anche l'ultimo finocchio è stato spazzolato! In effetti, meritavano: decisamente gustosi!

26 novembre 2009

Chocolate Crinkles by Cindystar

Sono biscotti buonissimi e facilissimi da fare, che ho "rubato" al blog Cindystar: metterne in bocca uno ti apre le porte del paradiso! Però, prima di scrivere la ricetta, due avvertenze:
1. se, mentre li preparate, vi guardate le mani, non spaventatevi: non è Davi Jones che reclama la vostra anima, e solo la pasta dei biscotti che appiccica!
2. (questa è seria) una volta cotti, vi consiglio di armarvi di spirito di sopportazione e di toglierli dalla placca con le mani (non scottano così tanto, se riesco a digitare sulla tastiera con gli stessi polpastrelli!), perché appena sfornati sono molto morbidi, e secondo me con la spatola rischiate di rovinarli, oltre a far cadere tutto lo zucchero a velo!
Ma eccovi la ricetta:

INGREDIENTI:
56 g di burro; 225 g cioccolato fondente 60%; 100 g di zucchero; 1 cucchiaio di rum; 2 uova; 210 g di farina; 1/2 cucchiaino di lievito per dolci; 1 pizzico di sale; 100 g di zucchero a velo

Riempite a metà una pentola d'acqua e portatela ad ebollizione. Levatela dal fuoco e appoggiate sopra una ciotola con il cioccolato e il burro a pezzetti senza che questa venga a contatto con l'acqua; lasciate che il cioccolato si sciolga lentamente, quindi spostate la ciotola.
Montate le uova con lo zucchero, fino a renderle belle spumose, quindi unite il rum e il cioccolato fuso con il burro. Aggiungete la farina, il sale e il lievito setacciati insieme, amalgamate bene, trasferite il composto su un foglio di pellicola trasparente, chiudete e riponete in frigo per almeno una notte. Al momento di usare l'impasto, lasciatelo un po' fuori dal frigo, in modo che si ammorbidisca leggermente, poi fate tante palline di circa 2,5 cm di diametro, e passatele poi abbondantemente nello zucchero a velo. Accendete il forno a 180°C, sistemate le palline, distanziate fra loro, sulla placca ricoperta di carta da forno, e infornate per 10 minuti. Non superate i 10 minuti, perché l'interno deve rimanere appena morbido.

24 novembre 2009

Torta di mele

INGREDIENTI:
1 kg di mele; 80 g di uvetta; 2 cucchiaini di cannella in polvere; la scorza di un limone grattugiata; 3 uova; 150 g di farina; 4 cucchiai di zucchero; 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci; 1 1/2 bicchiere di latte; per lo stampo: 1 noce di burro; 1 manciata di pangrattato.

Sbucciare le mele, togliere il torsolo, tagliarle a rondelle e dividerle in tre mucchietti. Mettere l'uvetta a bagno in acqua per qualche minuto, strizzarla e posarla tra due strati di carta assorbente. Accendere il forno a 180°C, imburrare una tortiera e spolverizzare con il pangrattato. Mettere nella tortiera il primo strato di mele, cospargerle di uvetta, scorza di limone e 1 cucchiaino di cannella. Sistemare il secondo strato, cospargerlo con la restante uvetta, limone e cannella, e poi mettere sopra l'ultimo strato di mele. Preparare la pastella: (che deve rimanere liquida) montare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, il latte e il lievito setacciato. Coprire con la pastella le mele e fare in modo che penetri bene fra i buchi delle mele. Cuocere a 180°C per 1ora, o 1 ora e mezzo: infilando uno stecchino tra le mele, deve uscire perfettamente asciutto.

20 novembre 2009

Polpette & spaghetti (rivisitazione della pasta al ragù)


INGREDIENTI (per 4 persone):
Per le polpette: 450 g di polpa trita di manzo; 200 g di mortadella (o prosciutto cotto) tritata; 1 uovo; 1 presa di sale; prezzemolo tritato; 5 cucchiaiate di parmigiano reggiano grattugiato; 1 noce di burro; 2 cucchiai di olio d'oliva; 100 g di farina bianca.
Per la salsa: 1 scalogno tritato; 2 scatole di polpa di pomodoro a pezzi; 2 cucchiai di olio d'oliva; 1 spicchio d'aglio; 1 manciata di origano; sale; pepe; 500 g di spaghetti.

In una capiente ciotola amalgamare bene la carne, la mortadella, l'uovo, il sale, il prezzemolo e il parmigiano grattugiato. Formare con le mani tante piccole polpettine e passarle nella farina. In una larga padella scaldare olio e burro, e far cuocere 10 minuti le polpette, rigirandole con due forchette, in modo che prendano colore da tutte le parti.
Preparare il sugo: scaldare l'olio d'oliva in una pentola di terracotta, aggiungere lo scalogno e l'aglio, e far soffriggere 5 minuti, senza far prendere colore. Togliere l'aglio, e versare la polpa di pomodoro, l'origano e le polpette, quindi far cuocere, coperto, per 20 minuti a fuoco lento. Scoperchiare e fare sobbollire per altri 30-40 minuti, sempre a fuoco lento; aggiustare di sale e pepe.
Portare una grande pentola di acqua salata a ebollizione; aggiungere un filo d'olio per evitare che la pasta si attacchi, quindi cuocervi gli spaghetti per il tempo indicato sulla confezione. Scolare bene la pasta e metterla nei singoli piatti, adagiarvi sopra le polpette con abbondante sugo e servire con il parmigiano a parte

Era tanto che volevo provare questa "accoppiata", che mi sa tanto di americanata, ma se fatta con le polpette giuste, e la pasta giusta, non può che essere buonissima!
Con questa ricetta partecipo all'evento su Facebook "post@ la past@"


16 novembre 2009

Vellutata verdolina di cavolfiore

INGREDIENTI (per 4 persone):
1 cavolfiore di media grossezza: 1 cipolla; 1 manciata di spinaci; 80 g di burro; 60 g di farina; 1/2 l di latte; 1 dado per brodo; 2 cucchiaiate di parmigiano reggiano grattugiato; 1/2 bicchiere di panna liquida; sale e pepe macinato al momento.
Per l'accompagnamento: 100 g di crostoncini di pane rosolati nel burro; parmigiano grattugiato q.b.; 1 cucchiaio di prezzemolo tritato.

Mondate il cavolfiore, asportatene le foglie esterne più dure e il torsolo, dividete a mazzettini; poi mondate accuratamente e risciacquate più volte anche gli spinaci. Ponete in una pentola i mazzettini di cavolfiore e la cipolla tagliata a spicchi, ricoprite con 700 g di acqua, unite il dado e una presa di sale grosso e fate cuocere per 20 minuti. Estraete con il mestolo forato alcuni mazzettini e teneteli da parte; aggiungete al brodo gli spinaci e continuate la cottura per 30 minuti.
Mettete in una casseruola 50 g di burro, fatelo sciogliere a fuoco lento; unitevi la farina, mescolate con un cucchiaio di legno, poi diluite il composto aggiungendo, poco per volta, il latte caldo. Continuate sempre a mescolare lasciando cuocere e addensare la salsa, badando che risulti ben legata e uniforme, poi conditela con una presa di sale e un po' di pepe macinato al momento.
Nel frattempo ponete le verdure lessate nel vaso del frullatore; unitevi due abbondanti mestoli di brodo e fate frullare il tutto in modo da ottenere una crema semiliquida. Amalgamate ad essa la panna, poi aggiungete il tutto, a poco a poco, alla besciamella (che avrete travasato nella pentola usata in precedenza per la cottura delle verdure). Fate sobbollire adagio per qualche minuto, quindi completate con il parmigiano reggiano e con una noce di burro.
Versate la crema nelle singole fondine e distribuite sulla superficie della preparazione un pochino di prezzemolo tritato; Servite a parte i mazzettini di cavolfiore estratti in precedenza e fatti dorare per qualche minuto in un padellino con il rimanente burro caldo, i crostoncini di pane, e il parmigiano reggiano grattugiato.

Ricetta su commissione: Francesca mi chiedeva delle ricette di zuppe e creme. Questa è decisamente buona, anche se forse un po' elaborata. Ma se usi la besciamella già fatta, e gli spinaci surgelati.... risparmi un po' di tempo! In ogni caso merita, è decisamente buona, ovvio per chi gradisce il sapore del cavolfiore!

13 novembre 2009

S.O.S!!!


Una richiesta di aiuto si solleva dalla blogosfera......
Il 6 dicembre farò la festa di compleanno di Cecilia, e ha scelto, come tema, i pirati: stamattina abbiamo preparato le pergamene d'invito, ma devo cominciare a pensare a cosa preparare da mangiare. E qui ho bisogno di voi..... mi suggerite delle ricette a tema, magari non troppo complicate? Lo so che poi i bambini alle feste non mangiano niente, però.....

Confido in voi!!!!

12 novembre 2009

Sformatini di riso alla zucca con gorgonzola e noci

INGREDIENTI (per 6 persone):
450 g di riso; 400 g di polpa di zucca; 100 g di gorgonzola; 50 g di noci tritate grossolanamente; 1 scalogno; 1 noce di burro; brodo vegetale q.b.; olio; sale; pepe.

Fate cuocere la zucca tagliata a pezzi per 7 minuti in pentola a pressione; in una casseruola di terracotta far scaldare 2 cucchiai di olio e la noce di burro, aggiungere lo scalogno tritato finemente, e far rosolare per qualche secondo. Aggiungere la polpa di zucca, farla asciugare un po', poi aggiungere il riso, mescolando bene. Portare a cottura il riso, aggiungendo man mano il brodo vegetale ben caldo; qualche minuto prima della fine della cottura, aggiungere il gorgonzola a pezzetti, mantecare bene, e incorporare le noci. Imburrare dei piccoli stampi (anche da budino), riempirli con il risotto, aspettare almeno mezz'ora, poi sformarli sul piatto e servirli.

11 novembre 2009

Swap 2009, partecipo anch'io!!!


Bellissima iniziativa, a cui ho deciso di partecipare anch'io! Il regolamento lo trovate qui, e potete partecipare anche se non avete un blog! Forza, più siamo, meglio è! Anche perché, chi non adora ricevere sorprese, soprattutto a Natale?

Arrosto di lonza al latte

INGREDIENTI (per 6 persone):
800 g di lonza di maiale in un pezzo solo; 30 g di burro; 750 g di latte; sale.

In una casseruola non troppo grande fate sciogliere il burro, rosolate per qualche momento il pezzo di carne, rigirandolo su tutti i lati, salate, e ricoprite completamente con il latte. Fate cuocere per almeno 1 ora e mezza, controllando di tanto in tanto che il livello di latte sia sempre sufficiente a coprire la carne. Una volta cotto, tagliatelo a fettine e servitelo accompagnato dal sughetto di latte.

Ricetta semplicissima, e di sicura riuscita! La lonza è una carne molto asciutta, ma con il sughetto di latte si ammorbidisce decisamente! Io poi l'ho servita accompagnata dal purè (quello di patate vere, come dice Cecilia!): sarà che adoro il purè, ma l'abbinamento è riuscito alla perfezione!

7 novembre 2009

Ciambella di frutta secca

INGREDIENTI (per 6 persone):
170 g di miele; 230 g di farina; 200 g di frutta secca mista (mandorle, nocciole, pinoli, noci, pistacchi sgusciati e spellati); 60 g di uvetta; 80 g di confettura di cachi; 1/2 bustina di lievito in polvere per dolci; 1 cucchiaino di cannella in polvere; 1 cucchiaino di zenzero in polvere; zucchero a velo.

Accendete il forno a 180°C; mettete l'uvetta a mollo nell'acqua. Fate sciogliere il miele in una casseruola con 0,7 dl di acqua; tritate grossolanamente la frutta secca nel mixer, unitevi la confettura di cachi e il miele, mescolate bene. Unite quindi la farina, il lievito e le spezie setacciati insieme e mescolate; asciugate tra due fogli di carta assorbente l'uvetta e unitela al composto, senza mescolare troppo. Versate il composto in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato (se necessario), cuocete in forno già caldo per 45 minuti: verificate la cottura infilandovi uno stecchino, che dovrà uscire perfettamente asciutto. Togliete la ciambella dal forno e fatela raffreddare, poi sformatela e ponetela su un piatto da portata, spolverizzatela con zucchero a velo e servite.

Ho preso questa ricetta da Il meglio di Sale & Pepe, Torte chic da pasticciere, l'ho un po' modificata. Adesso la mia casa è pervasa da un intenso profumo di miele e spezie, fantastico! Siete avvisati: sono ufficialmente, e irrimediabilmente, entrata nello spirito natalizio: e adesso sono solo cavoli vostri!!!!

5 novembre 2009

Lasagne alle verdure

INGREDIENTI (per 4 persone):
PER LA PASTA: 300 g di semola di grano duro; 3 uova; 1 pizzico di sale; 1 cucchiaio di olio.
PER IL RIPIENO: 400 g di cimette di broccoletti; 3 zucchine; 1 peperone giallo; 1 peperone rosso; 1 spicchio d'aglio; 250 g di scamorza; 200 ml di panna da cucina; 50 ml di latte; 50 g di burro; 50 g di parmigiano grattugiato; sale; pepe.

Preparate il ripieno: lavate le cimette di broccoletti e fatele lessare 3 minuti in abbondante acqua bollente salata, poi scolatele; lavate le zucchine, spuntatele e tagliate a cubetti di 1 cm. Togliete il picciolo, i filamenti e i semi ai peperoni, lavateli e riduceteli in pezzi di 1 cm; sbucciate la scamorza 3 tagliatela a fette di 1 cm. Rosolate 1 minuto l'aglio schiacciato in un tegame con 40 g di burro, toglietelo, versate le verdure e insaporite per 1 minuto; salate, pepate e cuocete per 10 minuti. Amalgamate la panna con il latte e il grana in una ciotola.
Preparate la pasta: unite la farina, il sale, l'olio e le uova nel mixer e azionate fino a ottenere un composto granuloso; premete leggermente l'impasto con le dita per vedere se riesce ad amalgamarsi senza fare grumi: in caso contrario, azionate ancora per qualche secondo. Su una superficie infarinata lavorate con le mani per 2 minuti fino ad ottenere una pasta liscia. Dividete l'impasto in porzioni, e lavoratele una alla volta, tenendo coperte le altre. Date alla porzione una forma rettangolare e passatela nella macchina infarinata, attraverso il rullo più largo. Ripiegate il foglio ottenuto in 2 parti e ripassatelo nella macchina attraverso il rullo più largo; ripetete questa operazione 10 volte, continuando a infarinare leggermente la macchina. Senza più ripiegare la pasta, cominciate a passarla man mano attraverso rulli sempre più stretti, fino al penultimo rullo. Ripetete il procedimento per le restanti porzioni di pasta. Con l'apposita rotella, tagliate le strisce ottenute in rettangoli di 10 x 12 cm (circa); portate ad ebollizione una grande pentola d'acqua salata, aggiungetevi un goccio d'olio e cuocetevi le lasagne 1-2 minuti. Immergetele quindi in acqua fredda, scolatele e stendetele su alcuni canovacci di stoffa.
Accendete il forno a 200°C; imburrate una teglia con il burro rimasto, disponetevi uno strato di lasagne, uno di verdure, uno di scamorza e qualche cucchiaio di condimento. Continuate fino ad esaurire gli ingredienti e terminando con uno strato di panna e grana. Coprite con carta d'alluminio e infornate per 15 minuti; abbassate il forno a 180°C, togliete l'alluminio e cuocete ancora 10 minuti finché si forma una crosticina dorata. Servite in tavola.

3 novembre 2009

Farfalle con zucchine e pinoli

INGREDIENTI (per 4 persone).
320 g di farfalle; 400 g di zucchine; 50 g di pinoli; 1 cucchiaio di foglie di maggiorana; 150 g di pancetta dolce a cubetti; aglio; sale pepe; olio.

Lavate, spuntate e riducete a rondelle le zucchine; pelate uno spicchio d'aglio, schiacciatelo e fatelo soffriggere per qualche minuto con i pinoli e 2 cucchiai di olio. Aggiungete le zucchine, salate, pepate e fate cuocere a fuoco vivace per 25 minuti circa, mescolando spesso. Aggiungete la pancetta, profumate con la maggiorana e cuocete ancora per un minuto, sempre mescolando.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e trasferitela nella padella con le zucchine. Lasciate sul fuoco per un minuto, mescolando, finché la pasta sarà ben condita. Servite, se volete, accompagnando con grana grattugiato.

2 novembre 2009

Pasta da modellare

INGREDIENTI:
1 tazza di farina bianca; 1 tazza di acqua; 1/2 tazza di sale fino; 2 cucchiai di cremor tartaro; 1 cucchiaio scarso di olio. Per colorare: zafferano, o colori alimentari da pasticceria.

Amalgamare tutti gli ingredienti in un pentolino antiaderente, con un cucchiaio di legno, e cuocere per 2 minuti; aggiungere i colori desiderati. Una volta raffreddata, la pasta è pronta per essere modellata: conservare in frigorifero, avvolta nella pellicola trasparente.

Questa ricetta viene direttamente dall'asilo nido di Cecilia: ho trovato oggi il bigliettino originale, e ve la volevo proporre, anche se non è da mangiare! Cioè, si potrebbe mangiare, perché non contiene nulla di tossico, ma credo che il sapore non sia un gran che! Però, una volta che si riesce a trovare il cremor tartaro (vi consiglio di andare nelle farmacie che fanno anche preparazioni!), il risultato è eccezionale: dura molto di più delle paste che ci sono in commercio, ed è completamente atossica! E MOLTO più economica!

22 ottobre 2009

Crostata di wurstel

INGREDIENTI:
Per la pasta frolla: 200 g di farina; un abbondante pizzico di sale; 100 g di burro freddo; 1 uovo leggermente sbattuto; 2-3 cucchiaini d'acqua.
Per il ripieno: 6 grosse patate; 80 g di burro; 2 cucchiaiate di parmigiano reggiano grattugiato; 6 wurstel medi (o 8 piccoli); 2 uova; 150 g di fontina a fettine sottili (o sottilette); 60 g di olive denocciolate; noce moscata; sale; pepe.

Mettete nel mixer la farina e il sale; tagliate il burro in cubetti di 1 cm e uniteli alla farina. Azionate il mixer, fino ad ottenere un composto granuloso, dopodiché aggiungete l'uovo e l'acqua mescolati tra loro. Amalgamate con cura e, una volta ottenuta una pasta liscia, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per almeno 20 minuti. Preriscaldate il forno a 180°C.
Pelate le patate, tagliatele a cubetti e cuocetele in pentola a pressione per 10 minuti, passatele nel passaverdura e raccogliete la purea in una ciotola capiente, sul cui fondo avrete messo il burro a cubetti. Conditela con un po' di sale e pepe e una grattugiata di noce moscata, quindi aggiungetevi il parmigiano reggiano e, ad uno ad uno, i tuorli d'uovo. Montate a neve fermissima gli albumi e incorporateli, delicatamente e poco alla volta, al composto.
Ponete sulla spianatoia infarinata la pasta frolla e ricavatene una sfoglia sottile con cui foderare una teglia (con bordi a gancio) precedentemente imburrata. Mettete sulla pasta un foglio di carta da forno e ricopritelo con dei fagioli secchi, premendo leggermente con le mani per farli aderire al fondo e lungo i bordi, e infornate per 15 minuti.
Nel frattempo, dividete in due ciotole il composto, in uno aggiungete i wurstel a rondelle, nell'altro le olive tagliate a metà. Estraete dal forno la pasta frolla, eliminate i fagioli e la carta da forno e sistematevi dentro lo strato di purea con i wurstel; distribuitevi sopra la mezza dose di fontina, e sopra a queste l'altra parte di purea, con le olive. Ricoprite il tutto con la rimanente fontina e passate in forno per altri 25 minuti. Servite calda o tiepida.

Innanzitutto devo scusarmi per la foto: la torta l'ho fatta ieri sera, ho faticato non poco a conservarne una fetta, per fare la foto stamattina (provatela, poi capirete perché: è gustosissima!), ma quando ci siamo svegliati ci aspettava una brutta sorpresa: un tempo da lupi! La luce forse la vedremo a mezzogiorno! Spero che Giulia mi parli ancora, dopo aver visto la foto.....

20 ottobre 2009

Torta salata alle carote

INGREDIENTI:
1 confezione di pasta sfoglia; 1 kg di carote; 1 spicchio d'aglio; 2 uova; qualche filo di erba cipollina; 50 g di parmigiano grattugiato; " cucchiai di latte; 2 sottilette; 20 g di burro; sale; pepe.

Preriscaldate il forno a 180°C. Pelare le carote e farle cuocere in pentola a pressione per 10 minuti; una volta cotte, tagliarle a rondelle e passarle 2 minuti in padella con burro e lo spicchio d'aglio. In una ciotola abbastanza capiente sgusciare le uova, sbatterle leggermente, aggiungere il latte, il parmigiano, le sottilette a pezzetti, l'erba cipollina a pezzetti, sale e pepe. Aggiungere per ultime le carote, amalgamandole delicatamente al composto. Foderare con la pasta sfoglia una teglia da forno, bucherellare il fondo con una forchetta, versarvi il composto e cuocere in forno per 40 minuti.

Questa è la tipica ricetta della serie: apro il frigo, e vedo cosa preparare: dovevo ancora andare a fare la spesa, e mi sono arrangiata! Devo dire però che il risultato è stato particolarmente apprezzato! Anche il malfidente di mio marito, che quando gli avevo detto cosa avevo preparato aveva storto il naso, poi ne ha mangiate due grosse fette!

16 ottobre 2009

world bread day 2009..... Treccia allo zafferano


INGREDIENTI:
1 bustina di zafferano; 2 cucchiai di acqua bollente; 220 ml di latte tiepido; 15 g di lievito fresco; 1 uovo; 500 g di farina bianca per pane; 1 cucchiaino di sale; 50 g di zucchero semolato; 100 g di burro fuso; 1 uovo sbattuto per la doratura.

Versa lo zafferano in una tazzina da caffè e aggiungi l'acqua bollente, copri e lascia riposare il più a lungo possibile, fino a 12 ore. Quando sei pronta per fare l'impasto, versa il latte tiepido in una ciotola, sbriciola il lievito, aggiungi l'uovo e amalgama delicatamente con una frusta a mano.

In un'ampia ciotola mescola la farina con il sale e lo zucchero e fai una fontana nel centro; versa nella fontana il liquido con il lievito, poi l'acqua con lo zafferano e il burro fuso raffreddato. Mescola bene, quindi gradualmente lavora la farina verso l'interno fino ad ottenere un impasto liscio. Trasferisci il composto su un piano da lavoro leggermente infarinato e impasta bene per 5 minuti, finché sarà compatto, morbido e setoso; rimettilo nella ciotola, coprilo con la pellicola e mettilo a lievitare al caldo, per circa 1 ora.

Metti nuovamente la pasta lievitata sul piano infarinato e lavorala per gonfiarla; dividila in tre parti uguali e forma tre cordoni della stessa lunghezza. Unisci le tre estremità dei cordoni e componi la treccia, unendo le estremità anche alla fine; fodera una teglia con la carta da forno, appoggia la treccia, coprila e lascia lievitare per 30 minuti. Nel frattempo, accendi il forno e portalo a 200°C.

Spennella leggermente con l'uovo sbattuto la superficie della treccia, cuoci nel forno per 35 minuti; lascia raffreddare su una griglia.

Con questa ricetta partecipo al world bread day 2009!

14 ottobre 2009

Muffins alla pera

INGREDIENTI:
350 g di farina bianca; 180 g di zucchero; 1 pera; 2 uova; 120 g di burro liquefatto; 1 vasetto di yogurt alla vaniglia; 1/2 bustina di lievito per dolci in polvere.

Preriscaldate il forno a 170°C; ungete e infarinate (se necessario) 12 stampini da muffins: io ho usato quelli in silicone! Sbucciate la pera e tagliatela a tocchetti; versate la farina in una ciotola, insieme con lo zucchero e il lievito setacciato: mescolate bene, perché non si formino poi dei grumi. In un'altra ciotola, sbattete leggermente le uova, unitevi lo yogurt e il burro. Versate il composto al centro della fontana nella ciotola della farina, mescolate velocemente e aggiungete la pera, amalgamando con pochi giri di cucchiaio. Versate il composto a cucchiaiate negli stampini e ponete in forno per 25-30 minuti.

Mi sono accorta con orrore (finto, ovviamente!) che da un po' non faccio altro che postare ricette di dolci: vorrà dire qualcosa? Comunque, prendo solennemente l'impegno di postare al più presto una ricetta salata! Intanto, beccatevi questa: ne vale la pena!

12 ottobre 2009

Monte Bianco

INGREDIENTI:
1 kg di castagne; 250 g di zucchero; 500 g di panna fresca da montare; 200 g di cioccolato fondente; 1 stecca di vaniglia; 2 bicchieri di latte.

Sbucciate le castagne e cuocetele per 10 minuti in una casseruola, ricoperte d'acqua; togliete la pellicina e rimettetele sul fuoco con lo zucchero, il latte e la vaniglia, che poi eliminerete. Mescolate fino ad ottenere una purea morbida, ci vorranno almeno 20 minuti.
Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato: mettete una pentola d'acqua sul fuoco, portate a ebollizione, poi spegnete, levate dal fuoco e appoggiatevi sopra una ciotola con il cioccolato spezzettato: la ciotola non deve venire a contatto con l'acqua!
Passate la purea nel passaverdure e fatela scendere, dandole la forma a cupola, direttamente sul piatto da portata, ricopritela con il cioccolato fuso. Su tutto fate scendere la panna montata (non zuccherata) e serviite.

Non ho fatto in tempo a fotografare il dolce: è stato spazzato via in un baleno! E pensare che farlo è proprio una faticaccia, soprattutto pelare tutte quelle castagne!! Comunque, come al solito, ne valeva la pena!

9 ottobre 2009

Panini tipo "pangoccioli"

INGREDIENTI:
500 g di farina bianca; 1 cubetto di lievito di birra; 60 g di zucchero; 1 bustina di vanillina; 1 cucchiaino raso di sale; 2 uova; 75 g di burro; 225 ml di latte tiepido; gocce di cioccolato.

Setacciare la farina in una terrina larga, al centro del mucchio praticare una buca e versarvi lo zucchero, la vanillina, sale, uova, burro liquefatto, e infine il lievito di birra sciolto in un dito di latte tiepido e la cioccolata.
Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo poco per volta il latte tiepido (l'impasto deve risultare appiccicaticcio alla mani ma si deve staccare bene dalla ciotola).
Lavorare a lungo l'impasto sulla spianatoia, per almeno 10 minuti.
Rimettere l'impasto nella ciotola infarinata, e lasciar lievitare in luogo tiepido fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa).
Dividere l'impasto ben lievitato in 8 o più pezzi (dipende da quanto volete grossi i "panini") e trasferirli sulla placca del forno, non troppo vicini, foderata con carta forno. Mettere a lievitare di nuovo in luogo tiepido per 30 minuti.
Cuocere in forno caldo a 190°C per 10-12 minuti.

Ho preso questa ricetta dal Blog di Betty: sono FAVOLOSI, molto meglio degli originali! Oggi Cecilia me li ha "ordinati" come merenda per la scuola.... come potevo dire di no?

5 ottobre 2009

Biscottini alle due farine

INGREDIENTI:
200 g di farina gialla; 200 g di farina bianca; 2 uova; 200 g di zucchero; 100 g di uvetta; 150 g di burro.

Lasciate ammorbidire l'uvetta in acqua tiepida per circa 30 minuti; nel frattempo, inserite nel mixer le due farine setacciate, le uova, il burro tagliato a pezzetti e lo zucchero. Lavorate fino ad ottenere una pasta liscia e vellutata, trasferite l'impasto sulla spianatoia infarinata e unite le uvette asciugate tra due fogli di carta da cucina, amalgamandole bene al composto. Formate con la pasta un cannello del diametro di un pollice, tagliate tanti cilindretti lunghi circa 5 cm e appiattiteli con il palmo della mano. Foderate una teglia con carta da forno e allineatevi sopra i biscotti non troppo vicini tra di loro. Fate cuocere a 180°C per 25-30 minuti, sfornateli e lasciateli raffreddare su una gratella.

Sono biscottini semplici da preparare, ma buonissimi! Devono adesso superare il "test-drive" di Cecilia, poi vi dirò!!

2 ottobre 2009

Torta di pere e yogurt al profumo di zenzero

INGREDIENTI:
75 g di burro; 125 g di zucchero; 200 g di farina; 2 uova; 1 yogurt alla vaniglia (o bianco); 1/2 bustina di lievito in polvere per dolci; 4 pere mature; 1 cucchiaino di zenzero tritato; sale.

Sbucciate le pere e tagliatele in pezzi non troppo piccoli, imburrate e infarinate una tortiera di 24 cm di diametro, e versatevi 3/4 delle pere sul fondo. Preriscaldate il forno a 180°C. Montate il burro con lo zucchero, aggiungete i tuorli, la farina, lo yogurt, un pizzico di sale e lo zenzero. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, montate a neve soda gli albumi e aggiungeteli al composto; unite infine il lievito setacciato. Versate il composto nella tortiera, aggiungete i pezzi rimanenti di pera, schiacciandoli leggermente all'interno, spolverizzate con un po' di zucchero la superficie e infornate per 40 minuti a 180°C.

Visto? Sono tornata ieri dall'ospedale, e sono già in pista!! Oggi mi sentivo particolarmente creativa, o meglio: sono a riposo, e mi stufo da morire!! Comunque, avevo voglia di sperimentare un po', così ho preso la ricetta della torta di mele della mia mamma, e l'ho stravolta! Lei, infatti, non avrebbe MAI usato lo yogurt, è un ingrediente che non riesce a sopportare: ma la cosa più divertente è che la torta l'ho preparata per lei, che domani viene a trovarmi, quindi non posso dirle cosa c'è dentro! Che figlia perfida, vero? Sono a riposo per 10 lunghi giorni, quindi credo che vi tedierò con tanti post!!

24 settembre 2009

Biscotti all'arancia ricoperti di cioccolato

INGREDIENTI:
100 g di burro a temperatura ambiente; 2 1/2 cucchiai di zucchero; la scorza di 1/2 arancia finemente grattugiata; 125 g di farina; 1 cucchiaino di lievito; 100 g di cioccolato fondente spezzettato.

Preriscaldate il forno a 190°C e foderate una placca da forno con la carta da forno. Mettete nel mixer il burro e azionate leggermente, per farlo ammorbidire; aggiungetevi gradatamente lo zucchero e la buccia d'arancia e sbattete fino ad ottenere una crema chiara. Incorporate la farina e il lievito e combinateli al composto senza mescolare troppo. Con l'impasto formate delle palline delle dimensioni di una noce, appoggiatele sulla placca e appiattitele con una forchetta bagnata. Passate in forno per 10 minuti, finché i biscotti saranno dorati e lasciateli raffreddare su una gratella. Nel frattempo, mettete il cioccolato in una ciotola; riempite a metà una pentola d'acqua e portatela ad ebollizione. Levatela dal fuoco e appoggiatevi sopra la ciotola con il cioccolato, senza che questa venga a contatto con l'acqua; lasciate che il cioccolato si sciolga lentamente, quindi spostate la ciotola. Immergete ogni biscotto nel cioccolato per metà e adagiatelo su carta da forno. Riponete in frigorifero finché il cioccolato si sarà leggermente rappreso.

Ho preso questa ricetta sempre dalla raccolta "Cordon Bleu", ma stavolta dal volume sul cioccolato. I biscotti li ha praticamente preparati Cecilia, io ho solo supervisionato, e fatto la glassatura! Comunque, ottimi!

20 settembre 2009

Partecipo anche io!!!!


Ho deciso di partecipare a questa raccolta: "AAA...ricette col cardamomo cercasi..."
Il cardamomo è una spezia decisamente particolare, e un po' difficile da trovare: a me l'hanno regalata due mie alunne pakistane, l'anno scorso, e l'ho subito provata! La ricetta la trovate qui!

16 settembre 2009

Biscotti allo zucchero

INGREDIENTI:
200 g di farina; un pizzico di sale; 2 cucchiaini di lievito in polvere; 115 g di burro a temperatura ambiente; 225 g di zucchero; 1 uovo leggermente sbattuto; 1 fialetta alla vaniglia (o alla mandorla); 60 g di zucchero di canna.

Passate al setaccio farina, lievito e sale; in un recipiente ammorbidite il burro lavorando energicamente con un cucchiaio di legno. Incorporate a poco a poco lo zucchero, fino ad ottenere un impasto chiaro e cremoso, l'uovo, senza smettere di mescolare, e l'essenza di vaniglia. Amalgamate bene la farina al composto di burro, coprite la pasta con la pellicola trasparente e mettete in frigo per circa 15 minuti. Quando sarà consistente date all'impasto la forma di un rotolo del diametro di circa 5 cm; avvolgetelo nella pellicola, sigillandolo bene, e rimettete in frigo per altri 10 minuti. Liberate quindi l'impasto dalla pellicola e passatelo nello zucchero di canna, ricoprendolo in modo uniforme, salvo che alle estremità. Lasciatelo in frigorifero fino al momento di usarlo. Preriscaldate il forno a 180°C, foderate 2 teglie con la carta da forno, e ricavate dal rotolo dei dischi alti circa 5 mm. Adagiateli sulle teglie, lasciando circa 4 cm di l'uno dall'altro; cuocete i biscotti per 12-15 minuti, e quando saranno dorati trasferiteli su una gratella.

Ho preso questa ricetta dal libro "Biscotti" della Raccolta Le Cordon Bleu: un libro che, da quando ho deciso di non comprare più merendine a Cecilia da potare a scuola, si sta rivelando sempre più utile!

15 settembre 2009

Peperoni stuzzicanti

INGREDIENTI:
5 peperoni (rossi, verdi o gialli); 2 cipolle; 3 filetti di acciuga; 3 cucchiaini di capperi sotto sale; 8 olive nere snocciolate; maggiorana; 4 cucchiai di olio; 1 cucchiaio di aceto; sale; pepe.

Lavate i peperoni, liberateli di semi e filamenti e tagliateli a pezzettoni; tagliate a fettine sottili le cipolle e fatele dolcemente soffriggere in padella insieme con l'olio e i filetti di acciuga sminuzzati; rimescolate spesso su fuoco basso, unitevi i peperoni, coprite il recipiente e lasciate cuocere a calore basso rimescolando spesso. Dopo un quarto d'ora aggiungete i capperi (sciacquati) e le olive nere tagliate a pezzetti, completate con l'aceto: lasciatelo evaporare, poi unite la maggiorana, il sale e il pepe nero macinato al momento. Rimescolate e, dopo altri 10 minuti, alzate un poco il calore: mescolate ripetutamente, quindi travasate la preparazione su un piatto di servizio, e portate in tavola.

Ieri ho cucinato tutto il pomeriggio (la ricetta dei biscotti la posto domani!), dovevo tirarmi su il morale dopo una mattinata un po' impegnativa: ho fatto le visite preparatorie per l'intervento del 28 settembre, per i pochi che ancora non lo sanno, l'asportazione di un fibroma all'utero. Già ieri pioveva, quindi la città era ferma (perché poi?!!), e non c'era un parcheggio nemmeno a pagarlo... e in effetti l'ho poi pagato! Sono finalmente arrivata in reparto, e un dottore che dimostrava 12 anni (spero fosse laureato, almeno!) ha cominciato a farmi il terzo grado sulla storia "medica" mia e di tutta la famiglia. Ma c'era da ridere, perché il tenore delle domande era questo:
Dott: "qualcuno in famiglia con malattie cardiache?"
io: "Beh, mio nonno paterno è morto di infarto"
Dott: "va bene, allora lo zio ha avuto un ictus"
io:"???!!!!"
Dott: "i suoi genitori?"
io:" non hanno malattie particolari, beh, hanno 70 anni...."
Dott: (scrive) "ipertensione"
io:"???!!!!"
Poi c'è stata la visita ginecologica, sia del baby dottore, che della dottoressa vera, che alla fine è arrivata (senza però dire "sei su Candid Camera"), ma il picco è stato toccato quando mi hanno portato a fare l'ecografia. Io chiamo questo tipo di ecografia "transiberiana".... mi sono spiegata, no?! Ecco, io ero lì, con i piedi dentro quegli strumenti di tortura medievali, un corpo estraneo all'interno, e la dottoressa che mi ravanava per misurare il fibroma. Non contenta, fa chiamare il mio ginecologo (che io ho soprannominato "Stranamore", indovinate perché?) che entra, mi saluta mi appoggia amichevolmente una mano sulla coscia e si mette a discutere sulle tecniche per togliermi il fibroma. Il tutto mentre io ero sempre lì a cosce all'aria!!!
Ho finalmente capito come si sente un tacchino il giorno del Ringraziamento, mentre lo stanno farcendo!!!

12 settembre 2009

Blog Candy

Partecipo anch'io a questo blog candy.... adoro Topolino, e tutta la gang Disney, soprattutto Nonna Papera, che faceva delle torte deliziose! Proprio qualche giorno fa in biblioteca mi è capitato tra le mani il Manuale di Nonna Papera, ve lo ricordate? Io l'avevo, e lo adoravo!!!

Torta rustica di zucchine, patate e uova

INGREDIENTI:
1 confezione di pasta sfoglia; 800 g di zucchine; 1 ciuffetto di menta fresca (o di basilico); 3 uova; 2 patate; 50 g di groviera grattugiato; 1 spicchio d'aglio; 30 g di burro; 2 cucchiaiate di olio; 2 cucchiai di latte; sale e pepe.

Riscaldate il forno a 180°C, foderate una tortiera con la carta forno e adagiatevi la pasta sfoglia, ricoperta con dell'altra carta da forno e riempita di fagioli secchi; fate cuocere per 20 minuti. Pelate le patate, tagliatele a cubetti e fatele lessare per 10 minuti dal momento dell'ebollizione; mondate e lavate le zucchine, tagliatele a cubetti e fatele cuocere con l'olio, il burro e lo spicchio d'aglio. Conditele con una presa di sale e un po' di pepe, eliminate lo spicchio d'aglio e ponetele in una terrina. Incorporatevi ora le uova, il latte la menta tritata, le patate e il groviera; rimescolate con delicatezza, poi versate il composto nella teglia foderata di pasta sfoglia. Passate in forno per 40 minuti; servite ben caldo.

8 settembre 2009

Voglio questo libro!!!!!!!

Questo è il primo concorso on-line a cui partecipo, ma DEVO vincere! Innanzitutto perché è un ristorante della mia città (Brescia), poi perché dieci anni fa ci ho quasi fatto il mio pranzo di nozze, aggiungiamo che adoro i libri, anche e soprattutto quelli di cucina!!! Sono tutte motivazioni eccellenti, direi! Ok, è fatta!! Non partecipate più, ormai ho vinto io!!!

5 settembre 2009

MATTONE CROCCANTE AL CIOCCOLATO

Ingredienti:
150g di biscotti secchi; 120g di burro morbido; 75g di zucchero a velo; 2 cucchiai di cacao amaro; 3 cucchiai di crema alla nocciola; 150g di cioccolato fondente;

In un pentolino sciogliamo il cioccolato fondente. Con le fruste lavoriamo il burro con lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso, quindi, nell'ordine, aggiungiamo sempre mescolando il cacao, la crema alla nocciola e il cioccolato fuso. Foderiamo uno stampo da plumcake con della pellicola e alterniamo uno strato di biscotti a uno di crema in modo da fare tre strati. Quindi completiamo con i biscotti. Mettiamo in frigorifero per almeno 30 minuti.

Ho copiato questa ricetta dal favoloso blog di Tania e, anche se la foto non gli rende giustizia (andate sul blog di Tania, e capirete!), vi giuro che era buonissimo: sembra di mangiare un oro-ciok gigante, e in più c'è il retrogusto della nutella... meglio di così! In più ho avuto fortuna: di solito non compro mai ribes, mirtilli o frutti di bosco in generale, ma oggi mio marito era a casa da solo con i mostri, e sono andati a fare la spesa da soli: hanno sforato ENORMEMENTE il budget settimanale, portando a casa un sacco di stupidate, ma hanno comprato anche i frutti di bosco, così ho potuto fare una bella composizione!

4 settembre 2009

CORONA DI RISO FARCITA CON POLPETTINE

INGREDIENTI:
500 g di riso; 1 spicchio d'aglio tritato; 1 cipolla; 500 g di polpa trita; 100 g di mortadella (o prosciutto cotto); 1 bicchiere di vino rosso; 2 cucchiaiate di passata di pomodoro; 1 ciuffetto di prezzemolo tritato; 100 g di parmigiano grattugiato; 1 uovo; 50 g di burro; q.b di: brodo, farina bianca, olio, vino bianco, sale, pepe.

Preparate le polpettine: in una ciotola mescolate con un cucchiaio di legno la polpa trita, la mortadella tritata, l'uovo, lo spicchio d'aglio, il prezzemolo, il parmigiano, il sale e il pepe. Formate con le mani tante piccole polpettine e passatele nella farina bianca; in una capiente padella con 3 cucchiaiate di olio fate leggermente imbiondire mezza cipolla tritata, aggiungete le polpettine, rimescolate e lasciate che diventino di un bel colore dorato. Bagnate allora con il vino rosso, lasciatelo evaporare, poi incorporatevi la passata di pomodoro disciolta in un bicchiere di brodo caldo, incoperchiate la padella e lasciate terminare la cottura per altri 15 minuti.

Preparate ora il risotto: tritate la cipolla rimasta, fatela imbiondire in una casseruola con 3 cucchiaiate di olio, unite il riso, rimescolate, lasciatelo intridere per qualche istante nel condimento, poi bagnatelo con il vino bianco secco, lasciatelo evaporare, quindi portate a termine la cottura aggiungendo man mano un po' di brodo caldo.

Appena il riso sarà pronto, mantecatelo con un bel pezzo di burro e 50 g di parmigiano grattugiato e travasate la preparazione in uno stampo da ciambella imburrato. Passate in forno caldo a 200°C per 3 minuti e rovesciate poi la forma di riso su un piatto da portata; versate nel centro le polpette con la loro salsa, e servite subito in tavola.

Innanzitutto, scusate la foto: è bellissima (non l'ho fatta io, quindi posso dirlo!), ma non sono le polpettine di ieri sera! Giulia, autrice della foto in questione, e una degli invitati di ieri sera, mi ha detto che il mio piatto non era molto fotogenico, il riso era troppo bianco: però in compenso ne ha presi tre piatti!!!! Quindi ho dovuto rimediare una foto! Scherzi a parte, il risultato è stato ottimo, e poi questo piatto ha un innegabile vantaggio: ho preparato tutto al pomeriggio, così quando sono arrivati gli ospiti ho solo messo in forno, e non ho dovuto stare ai fornelli, con il rischio che il risotto si attaccasse, perchè venivo distratta dalla conversazione!

1 settembre 2009

Tortini di cuscus con verdurine saltate

INGREDIENTI:
200 g di cuscus precotto; 3 dl di brodo vegetale (anche di dado); 1 limone non trattato; 1 cucchiaio di prezzemolo tritato; 2 carote; 2 zucchine piccole; 10 foglie di basilico; olio; sale; pepe.

Portate a ebollizione il brodo, spegnete il gas, unite il cuscus e lasciate gonfiare per 7-8 minuti. Raschiate le carote, spuntate le zucchine e tagliate il tutto a bastoncini (io ho usato il disco per fare le patatine a bastoncini!). Scaldate in una padella 2 cucchiai di olio, unite le verdure e saltatele a fiamma vivace per 2 minuti; unite una presa di sale, il basilico spezzettato e una spolverata di pepe; spegnete il fuoco. Riprendete il cuscus e sgranatelo bene con 2 forchette, aggiungete il prezzemolo, la scorza grattugiata e il succo di mezzo limone e 2 cucchiai di olio. Mescolate bene e trasferite in 4 stampini a pareti lisce, unti con un po' di olio. Premete bene con il dorso di un cucchiaio e, al momento di servire, rovesciate i tortini nei piatti, decorando con le verdurine saltate. Potete servire questo piatto sia tiepido che freddo.

Siamo tornati finalmente (più o meno, io stavo bene anche al lago!)! I mostri però sono dalla nonna per una settimana, per milanesizzarsi un po'.... riusciremo a stemperare leggermente l'accento bresciano? Temo di no, intanto mi godo la settimana di pace, e preparo squisiti manicaretti per il mio maritino! Questo è il primo.... devo dire che il risultato è stato ottimo, anche perché io adoro il cuscus! E poi, presentato così fa la sua bella figura! A presto con altre ricette!

3 luglio 2009

Pasta con i fagiolini

Ingredienti per 6 persone:
- Mezzo kg di pasta corta; 1 kg di fagiolini freschi; olio di oliva; una fetta di pancetta stagionata; una cipolla piccola; uno spicchio di aglio; 250 g di pomodori pelati; una manciata di prezzemolo tritato; una manciata di basilico spezzettato; 2 cucchiai di pecorino grattugiato; sale q.b.

Pulite i fagiolini, sbollentateli in acqua salata per 10 minuti e scolateli, tenendo da parte l'acqua per poi cuocervi la pasta. Tagliate i fagiolini a listelle sottili. Mettete in una pentola due cucchiai di olio, la pancetta tagliata a dadini, la cipolla tritata, l'aglio schiacciato e rosolate per due minuti. Aggiungete il pomodoro, portare a ebollizione e quindi aggiungere i fagiolini. Cuocete la pasta, scolatela e condite con il sugo. Aggiungete il prezzemolo e il basilico e mantecate per circa cinque minuti. Spegnete il fuoco, aggiungete il pecorino, mescolate bene e servite immediatamente.


Ho copiato questa ricetta dal seguente blog: Cucina, gusto e cultura. E' venuta molto bene, anche le bimbe hanno gradito; soprattutto Emma, che mi aveva aiutato a pulire i fagiolini! Ormai non faccio in tempo ad avvicinarmi alla cucina, che lei si materializza, con il suo sgabellino sottobraccio, e mi dice: "posso guardarti?" poi dal guardarmi passa subito alla fase operativa, cioè devo darle qualche cosa da fare! Sarà la mia erede in cucina? Chissà! Io mi ricordo che, quando ero piccola, rompevo sempre le scatole a mia mamma quando cucinava... solo che il massimo della mia collaborazione si fermava ad imburrare le tortiere!

29 giugno 2009

Polpette di zucchine

INGREDIENTI:
350 g di zucchine; 200 g di pomodori; 1 piccola cipolla; 60 g di parmigiano reggiano grattugiato; 2 uova; 1 cucchiaio di prezzemolo tritato; pane grattugiato q.b.; sale; pepe; olio per friggere.

In una padella con un poco di olio rosolate la cipolla affettata e, appena prende colore, unite le zucchine a pezzettini. Regolate di sale, pepe, e lasciate cuocere per 20 minuti circa. Nel frattempo, sbollentate i pomodori, sbucciateli e tagliateli a dadini, privandoli dei semi; aggiungeteli alle zucchine e proseguite la cottura per 5 minuti. Fate intiepidire le verdure e incorporatevi il prezzemolo e le uova. Unite il parmigiano e, se l'impasto risultasse troppo morbido, aggiungete del pan grattato. Formate con l'impasto ottenuto delle polpettine, passatele nel pan grattato e friggetele in abbondante olio caldo, scolatele nella carta assorbente e servitele fredde o tiepide.

Ricetta su commissione, per Christelle, che non riesce a far mangiare a Iris le verdure... aspetto i risultati!

17 giugno 2009

Spezzatino di vitello con carote e olive nere

Purtroppo non ho fatto in tempo a fotografare questo piatto delizioso: ce lo siamo sbafati subito! Contavo negli avanzi, per comporre un bel piatto, ma niente! Vi assicuro, comunque, che il risultato era ottimo!

INGREDIENTI:
600 g di noce di vitello tagliata a piccoli cubetti; 4 carote; 1 ciuffetto di prezzemolo tritato; 100 g di olive nere; 40 g di burro; 2 cucchiaiate di olio; 1/2 bicchiere di vino rosso; poca farina; 1/2 dado; 1 pizzico di maggiorana; 1 grossa cipolla tritata insieme ad uno spicchio d'aglio; sale e pepe.

Mettete una casseruola sul fuoco con olio e burro, unite il trito di aglio e cipolla, quindi lasciatelo dolcemente imbiondire. Aggiungete ora i cubetti di carne leggermente infarinati; lasciateli rosolare a calore abbastanza vivace, poi conditeli con un pizzico di sale e un po' di pepe macinato al momento. Irrorate con il vino rosso e, non appena questo sarà evaporato, unite le carote (raschiate, lavate e tagliate a rondelle), il dado e mezzo bicchiere di acqua; rimescolate con delicatezza, incoperchiate il recipiente e lasciate cuocere la preparazione a calore moderato per un'ora e un quarto, rimescolando spesso. Una decina di minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungete le olive nere e la maggiorana; rimescolate e lasciate terminare di cuocere.
Servite lo spezzatino in un piatto di servizio preriscaldato e spolverizzato con il prezzemolo tritato