3 novembre 2010

Tagliatelle con i peperoni

Doveva essere un week end fantastico: 3 giorni a casa da scuola e dal lavoro, non stavamo più nella pelle!  All'innizio abbiamo pensato di andare via, ma Emma ha cominciato a parlare come Brenda (la trans di Marrazzo, per intenderci!), e quindi abbiamo pensato: "stiamo a casa, ma invitiamo qualcuno" e si è ammalata anche Cecilia! In più, il marito porta a casa un catalogo da tradurre in inglese, ma, sostenendo che sia un lavoretto da nulla, solo termini da controllare, aspettiamo sabato mattina a cominciare, tanto doveva essere pronto per martedì (ieri). E il resto del week end, penso io, lo passo a cucinare! Risultato: il lavoretto si è rivelato un malloppo mica da ridere, e il week end è trascorso tra aerosol, vocabolario di inglese, sciroppi per la tosse e computer! L'unico piatto su cui ci siamo un po' sbizzarriti è stato questo, semplice ma buonissimo!

INGREDIENTI (x 4 persone):
350 g di tagliatelle all'uovo (ovviamente non le ho preparate, avete letto che razza di week end, no?!); 2 peperoni rossi e/o gialli; 300 g di polpa di pomodoro; 50 g di pancetta dolce a dadini; 1 scalogno; 60 g di burro; 1 ciuffo di prezzemolo; 1/2 bicchiere di vino bianco.

Affettate sottilmente lo scalogno e rosolatelo in una casseruola con il burro e la pancetta; prima che il condimento inizi a prendere colore irroratelo con il vino e lasciatelo evaporare un po'. Quindi unite i peperoni lavati e tagliati a pezzi e regolate di sale. Dopo 5 minuti aggiungete la polpa di pomodoro e lasciate cuocere per altri 30 minuti a fuoco lento e con il coperchio. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e conditela con il sugo preparato. Infine unite alla pasta il prezzemolo tritato finemente, girate bene e servite subito in tavola.

1 commento:

SUNFLOWERS8 ha detto...

Possiamo stringerci la mano, stesso weekend tranne per il malloppone da tradurre c'era tutto (a mancava anche una forchettata di tagliatelle ^_^)
Buona guarigione
Baciotti
Sonia