27 gennaio 2010

Challà.... per non dimenticare

Per celebrare la Giornata della Memoria, ho deciso di preparare un piatto ebraico. In giro per la blogosfera ho trovato un po' di ricette su questo pane, o focaccia, del sabato. Probabilmente non sarà "kosher", ma mi sembrava giusto commemorare in qualche modo un terribile avvenimento della nostra storia, con cui dobbiamo tutti fare i conti, perché non accada mai più!

Ingredienti:

500 g di farina bianca per pane; 15 g di lievito naturale; 2 cucchiai di zucchero; 1 cucchiaino di sale; 2 uova; 175 g di acqua tiepida; 40 ml di olio.


In una ciotola capiente amalgamare insieme farina, zucchero e sale; sciogliere il lievito nell'acqua, fare un buco al centro della miscela di farina e versarvi 1 uovo (precedentemente sbattuto con l'olio) e l'acqua con il lievito. Amalgamare bene gli ingredienti e trasferire il composto su un piano di lavoro infarinato: impastare bene per almeno 10 minuti. Rimettere la pasta nella ciotola, lavata e asciugata, coprire con la pellicola e mettere nel forno con solo la lampadina accesa, per 1 ora e mezza. Trascorso questo tempo, togliere la pasta dalla ciotola, dividerla in tre parti uguali e formare 3 cordoni; unire le estremità dei cordoni e intrecciarli tra di loro, chiudendo anche le altre estremità. Mettere la treccia su una teglia ricoperta di carta da forno, coprire con un panno e lasciare lievitare ancora mezz'ora. Nel frattempo, accendere il forno a 190°C. A questo punto, sbattere velocemente l'uovo rimasto in una tazzina e spennellare con questo tutta la superficie del pane, infornare e cuocere per 50 minuti. Una volta cotto, metterlo a raffreddare su una gratella, coperto con un panno.

3 commenti:

marsettina ha detto...

giusto 15 gr di lievito naturale??è molto bello questo pane1

Anonimo ha detto...

Sono daccordo Laura,con qualsiasi mezzo...per non dimenticare mai.

Sara

Federica ha detto...

sono d'accordo! questo pane è una meraviglia!