10 gennaio 2011

Pane scuro di segale

Finalmente, tutta la casa per me! Marito in Inghilterra, mostri a scuola, e io sono LIBERA! Intendiamoci, ho già fatto il mio dovere, perché, come tutti i lunedì, ho lavorato dalle 8 alle 9 (mi ammazzo, eh?!), ma adesso finalmente posso godermi un po' di solitudine post-vacanze! E infatti mi sfogo con il computer! Già prima era dura, perché, avendo il computer collegato alla TV, e avendo una TV sola, dovevo lottare per il possesso della tastiera! Da quando poi S.Lucia ha portato la Wii... potete immaginare che lotta impari! 
La ricetta che vi propongo oggi è, secondo me, adatta al clima di sobrietà che si respira un po' ovunque, dopo i bagordi natalizi! Il bello di questo pane è che rimane morbido anche per qualche giorno, quindi non c'è bisogno di metterlo in freezer, sempre che ve ne avanzi! 
INGREDIENTI:
500 g di farina di segale (io ho usato quella del Molino Chiavazza, apposta per il pane); 1 cubetto di lievito naturale (mi hanno detto che non si può più chiamare di birra!!); 2 cucchiai di olio; 10 g di sale; 1 pizzico di zucchero di canna; 350 g di acqua tiepida.

Sciogliere il lievito in una tazza con l'acqua. Versare la farina in una capiente ciotola e fare un buco al centro, nel quale mettere olio, sale e zucchero. Versare un poco alla volta l'acqua, e amalgamare bene. Trasferire l'impasto su un piano infarinato e lavorare bene, per almeno 10 minuti; mettere la palla di pasta in una ciotola unta, coprirla con la pellicola trasparente, chiudere il tutto in un sacchetto di plastica e mettere nel forno con la lampadina accesa, per 1 ora. Sgonfiare il pane, impastarlo brevemente, dare la forma voluta e rimetterlo a lievitare, coperto da un panno, per mezz'ora. Praticare dei tagli alla forma e far cuocere a 200°C per 40, 50 minuti, avendo cura di inserire nel forno un pentolino di acqua.

2 commenti:

Roberta ha detto...

ciao! molto carino il tuo blog! Adoro il pane di segale!
Alla prossima!

Roby

Alice4161 ha detto...

Che buono questo pane!!


ciao e buon anno.