16 giugno 2010

Crema di amaretti

Altra ricetta della mia infanzia: questo era uno dei piatti forti della mia fantastica nonna Alderita... Un dolce semplicissimo, basta avere l'accortezza di non far venire i grumi alla crema!!! Ma mia nonna i grumi li faceva SCAPPARE!!!


INGREDIENTI:
4 tuorli d'uovo; 150 g di zucchero; 40 g di farina; 1 scorza di limone; 1 l di latte; 30 amaretti; 1 bicchierino di marsala.

Sbriciolate bene gli amaretti, e bagnateli con il liquore, lasciandoli macerare; nel frattempo, preparate la crema pasticciera: battete i tuorli con lo zucchero in una casseruola e, quando sono ben schiariti, unite la farina (poca per volta) e la scorza di limone. Diluite il tutto con il latte e mettete su fuoco dolce: senza mai smettere di mescolare, portate la crema ad ebollizione; dopo un paio di minuti levate dal fuoco, versate nella ciotola con cui la servirete e incorporatevi gli amaretti macerati nel liquore, mescolando appena appena, per dare l'effetto variegato. Mettere in frigo per almeno un'ora, prima di servire.

1 commento:

sabrine d'aubergine ha detto...

Crema molto carina... complimenti. Ma mi chiedo se esistesse già in epoca classica: perché l'idea degli ingredienti in latino è divertentissima!
A presto

Sabrine